Perturbazione atlantica tra oggi e domani

Avremo dunque tra oggi e domani mattina una fase con molte nubi o cielo coperto a ridosso dei rilievi, con associate deboli nevicate in genere oltre 800/1100 metri qui tra Piemonte e Lombardia. I fenomeni nevosi localmente e temporaneamente si spingeranno anche quote inferiori in particolare nella notte tra oggi e domani e al primo mattino di domani fin sui 400/700 metri, nelle zone notoriamente più fredde, ovvero Valesia, valli ossolane, valli del Verbano, valli del varesotto, del Canton Ticino e del Ceresio, nonché sin sui 200/500 metri a ridosso dell'Appennino tra savonese, astigiano, alessandrino, Oltrepò pavese e piacentino, dove in queste situazioni va ad adagiarsi per ragioni orografiche la massa d'aria più fredda. Per completezza, sul resto del nord, avremo neve dai 500/800 metri di Valle d'Aosta, Piemonte e resto del ponente ligure, agli 800/1100 del centro-est Lombardia, dell'Emilia e del levante ligure, ai 1100/1400 del triveneto. Attesi fino a 15/25 cm di neve al di sopra delle quote indicate.

Qui in pianura padana si avranno invece pioviggini o deboli piogge a tratti in concomitanza degli addensamenti, in particolare tra il pomeriggio di oggi e la prima parte della mattinata di domani, alternate a parziali schiarite soleggiate oggi mattina e domani fra tardo mattino e pomeriggio, quando la nuvolosità sarà meno compatta. Pioverà in pianura tra stasera e domani mattina con temperature comprese tra 2 e 4 gradi a seconda delle località nel momento più freddo associato al transito perturbato. Accumuli di pioggia complessivi tra 10 e 30 litri per metro quadrato qui in zona.

Quanto sopra, al fine di fornire il maggior dettaglio possibile sulla situazione in arrivo. E poi, passato il veloce disturbo tra oggi e domani mattina, tornerà il soleggiamento diurno che ci terrà compagnia domani in giornata e poi da venerdì e almeno sino alle festività natalizie, mentre le notti saranno stellate e con nebbie in banchi.

A cura di