Goethe: viaggio in Italia

Goethe Italia

La mattina del 12 novembre 1786 Johann Wolfgang Goethe si trovava a Frascati, per una breve visita ai luoghi attorno a Roma, prima di rientrare in città, dove si sarebbe fermato sino a metà febbraio in una lunga sosta della propria "Italienische Reise" ovvero del suo viaggio in Italia.

Sul proprio taccuino, annota:

"qui ci sono belle giornate senza pioggia, miti e assolate, tali da non far rimpiangere quelle estive. Il luogo è delizioso, il paese giace su un colle, o meglio su un monte, e al disegnatore si scoprono ad ogni passo i soggetti più splendidi.

Il panorama è sconfinato: si vede in basso Roma e più lontano il mare e a destra i monti di Tivoli. In questa regione piacevole le case di campagna sono veramente fatte per il piacere e come i romani antichi avevano qui le loro ville, da un paio di secoli i romani attuali, quelli ricchi e amanti dello sfarzo, hanno edificato nei punti più belli della zona le proprie dimore.

I miei compagni di viaggio sono ancora a dormire, mentre io sto scrivendo con lo stesso inchiostro di china che ho utilizzato per disegnare e prendere scorci e vedute".

Tra qualche giorno continueremo insieme a Goethe la nostra ideale "Italienische Reise", ovvero il nostro viaggio in Italia e lo faremo di nuovo da Roma, dove Goethe ci regalerà numerose altre descrizioni del reale clima di oltre duecentotrenta anni fa nella nostra Penisola, a volte anche corredate dei dati provenienti dalle prime osservazioni meteo condotte con metodo scientifico. Intanto, come sempre, grazie per l'attenzione che stiamo dedicando a questo esperimento meteo-letterario e... che sia un'ottima giornata per ciascuno di noi!