Previsioni per la settimana dal 03 al 09 di febbraio

La nostra Penisola per l'intera settimana si troverà tra una struttura anticiclonica sull'Europa occidentale, una circolazione depressionaria attiva sull'Europa orientale, in una sorta di corridoio barico lungo il quale seguiteranno a scorrere masse d'aria fredda provienienti da alte latitudini, coinvolgendo principalmente i versanti esteri delle Alpi, le zone italiane di confine, il centro-sud peninsulare e le due isole maggiori, mentre qui al nordovest saremo protetti dalla barriera alpina. Ne conseguono condizioni di tempo stabile su gran parte delle regioni settentrionali, con passaggi nuvolosi medio-alti a tratti estesi. Invece, sulle zone alpine confinali, sul medio-basso versante adriatico al centro-sud peninsulare, in Sardegna e in Sicilia vi saranno alcune fasi con maggiore nuvolosità e occasioni per precipitazioni, anche per l'isolamento sul Mediterraneo centro-orientale di una circolazione depressionaria secondaria, con neve sino a quote basse in Appennino tra mercoledì e venerdì. Vediamo di seguito più nel dettaglio l'evoluzione che immagino, come sempre con esclusivo riferimento alle zone qui tra est Piemonte, ovest Lombardia e canton Ticino.

Lunedì 3 e martedì 4 il tempo si manterrà stabile con passaggi nuvolosi a tratti estesi e dunque di notte e al primo mattino il cielo sarà in parte stellato e da molto a parzialmente nuvoloso per nubi medio-alte in transito a tratti estese e per banchi irregolari di nubi basse. Fra il primo mattino ed il tardo pomeriggio il tempo sarà in parte soleggiato con cielo da molto a parzialmente nuvoloso con sprazzi di azzurro, per nubi medio-alte in transito a tratti estese e nubi basse irregolari. Le serate saranno poi in parte stellate, con cielo da parzialmente a molto nuvoloso sempre per nubi medio-alte in transito e nubi basse irregolari, in rapido allontanamento nella serata di martedì. Albe e tramonti molto suggestivi. Da segnalare fra notte e primo mattino la formazione di nebbie sulla medio-bassa pianura, in graduale dissolvimento mattutino. Brinate notturne e all'alba nelle aree rurali, valli fluviali, torbiere, brughiere e anche nei centri urbani. Faranno eccezione a questo quadro le zone alpine confinali, interessate da addensamenti nuvolosi estesi e persistenti con associate nevicate di moderata intensità.

Mercoledì 5, giovedì 6 e venerdì 7 nottetempo e al primo mattino il cielo sarà limpido, stellato perlopiù poco nuvoloso per frange di nubi alte in transito. Fra il primo mattino ed il tardo pomeriggio il tempo sarà ampiamente soleggiato con cielo azzurro, limpido e perlopiù poco nuvoloso per frange di nubi alte e cumuli. Le serate saranno poi stellate, limpide e con cielo perlopiù poco nuvoloso per frange di nubi alte. Brinate notturne e all'alba nelle aree rurali, valli fluviali, torbiere, brughiere e anche nei centri urbani. Faranno eccezione a questo quadro, limitatamente alla giornata di mercoledì, le zone alpine confinali, interessate ancora da addensamenti nuvolosi estesi e persistenti con associate nevicate di moderata intensità, poi tra giovedì e venerdì tempo stabile anche sulle Alpi.

Sabato 8 e domenica 9 il tempo si manterrà ancora stabile ma con maggiori passaggi nuvolosi e dunque di notte e al primo mattino il cielo sarà in parte stellato e da molto a parzialmente nuvoloso per nubi medio-alte in transito a tratti estese e per banchi irregolari di nubi basse. Fra il primo mattino ed il tardo pomeriggio il tempo sarà in parte soleggiato con cielo da molto a parzialmente nuvoloso con sprazzi di azzurro, per nubi medio-alte in transito a tratti estese e per banchi irregolari di nubi basse stratiformi. Le serate saranno poi in parte stellate, con cielo da parzialmente a molto nuvoloso sempre per nubi medio-alte in transito e nubi basse irregolari. Albe e tramonti molto suggestivi. Da segnalare fra tarda serata e primo mattino, la formazione di nebbie in banchi sulla medio-bassa pianura, laddove prevarranno aperture più ampie, in dissolvimento mattutino. Brinate notturne e all'alba nelle aree rurali, valli fluviali, torbiere, brughiere e anche nei centri urbani. Faranno eccezione a questo quadro nella giornata di domenica le zone alpine confinali, interessate da addensamenti nuvolosi estesi e persistenti con associate nevicate di moderata intensità.

Le TEMPERATURE si manterranno su valori nel complesso attorno alla norma stagionale in condizioni del tempo simili a quelle descritte. Avremo infatti in pianura qui tra est Piemonte e ovest Lombardia minime fra 0 e 3 gradi lunedì, fra 1 e 4 martedì e mercoledì, fra - 2 e 1 giovedì e venerdì e fra - 1 e 2 sabato e domenica. Le massime saranno in genere comprese fra 13 e 16 gradi lunedì e martedì per effetto favonico, fra 11 e 14 mercoledì, fra 10 e 13 da giovedì a sabato e fra 11 e 14 domenica. Valori massimi localmente inferiori a quelli indicati sulla bassa pianura tra lunedì e martedì e poi di nuovo tra sabato e domenica nelle zone ove le nebbie si attarderanno sino al tardo mattino/mezzogiorno.

Per quanto riguarda infine i VENTI, questi saranno deboli e in genere a regime di brezza, ovvero con componente notturna e al primo mattino in prevalenza settentrionale, mentre fra tardo mattino e tarda serata la ventilazione si disporrà in prevalenza tra i quadranti sudorientali e quelli sudoccidentali. Faranno eccezione martedì e mercoledì in cui la ventilazione si manterrà in prevalenza settentrionale per l'intera giornata, con rinforzi a tratti.

Certo di aver fatto cosa gradita per aver condiviso questo aggiornamento sull'evoluzione del tempo che immagino per i prossimi giorni, ringrazio come sempre per l'attenzione e per la pazienza di esserci spinti sin qui nella lettura e auguro a ciascuno di noi una proficua settimana!

A cura di