Previsioni per la settimana dal 02 al 08 marzo

La nostra Penisola per l'intera settimana si troverà tra una struttura anticiclonica sul Mediterraneo occidentale, una circolazione depressionaria nordatlantica e una sull'Europa orientale, in una sorta di corridoio barico lungo il quale seguiteranno a scorrere masse d'aria fredda provienienti da alte latitudini, coinvolgendo principalmente i versanti esteri delle Alpi, le zone italiane di confine, il centro-sud peninsulare e le due isole maggiori, mentre qui al nordovest saremo perlopiù protetti dalla barriera alpina, tranne tra lunedì mattina e la notte di martedì, nel pomeriggio di giovedì e infine tra venerdì pomeriggio e sabato notte, quando anche noi saremo coinvolti nel transito di tre veloci sistemi frontali. Sin qui, per ciò che concerne le regioni settentrionali. Invece, al centro-sud peninsulare, in Sardegna e in Sicilia vi saranno più fasi con maggiore nuvolosità e occasioni per precipitazioni, anche per l'isolamento sul Mediterraneo centro-orientale di circolazioni depressionarie secondarie, con neve sino a quote medio-basse in Appennino. Vediamo di seguito più nel dettaglio l'evoluzione che immagino, come sempre con esclusivo riferimento alle zone qui tra est Piemonte, ovest Lombardia e canton Ticino.

Lunedì 2 di notte il cielo sarà in parte stellato e da nuvoloso a molto nuvoloso per nubi medio-alte in transito a tratti estese e per banchi irregolari di nubi basse. In mattinata, nel pomeriggio e sino alla tarda serata il cielo sarà in prevalenza coperto. A partire dal primo/tardo mattino a seconda delle località e anche nel pomeriggio e in serata, su tutti i settori alla copertura nuvolosa saranno associate precipitazioni moderate o forti e perlopiù continue nevose sui rilievi alpini, prealpini e appenninici oltre i 600/900 metri di quota e localmente sino a fondovalle tra Valsesia, valli ossolane, del varesotto e ticinesi. Attesi fino a 30/50 cm di neve fresca oltre i mille metri di quota. Nel tardo pomeriggio e in serata, complice l'oscurità, possibili episodi di pioggia mista a neve durante i rovesci anche sulle zone di pianura tra novarese, alto milanese e basso varesotto. Le zone alpine confinali saranno invece interessate per l'intero arco della giornata da addensamenti nuvolosi estesi e persistenti con associate nevicate di debole o moderata intensità.

Martedì 3 durante la notte cielo da coperto a molto nuvoloso con residue pioviggini o deboli piogge in pianura deboli nevicate sui rilievi oltre i 600/900 metri e localmente a quote inferiori tra Valsesia, valli ossolane, del varesotto e ticinesi, in esaurimento entro l'alba. In mattinata il tempo sarà in parte soleggiato con cielo da molto a parzialmente nuvoloso con sprazzi di azzurro, per nubi medio-alte in transito a tratti estese e nubi basse irregolari. Dal mezzogiorno e nel pomeriggio passaggio a tempo ben soleggiato con cielo azzurro, limpido e da poco nuvoloso a nuvoloso per nubi medio-alte in transito e qualche cumulo. La serata sarà poi stellata, con cielo da nuvoloso a poco nuvoloso per nubi medio-alte in transito davanti alla Luna crescente. Faranno eccezione a questo quadro le zone alpine confinali, interessate da addensamenti nuvolosi estesi e persistenti con associate nevicate di moderata intensità.

Mercoledì 4 nottetempo e al primo mattino il cielo sarà stellato e da nuvoloso a poco nuvoloso per nubi medio-alte in transito e per banchi irregolari di nubi basse. Fra il primo mattino ed il tardo pomeriggio il tempo sarà ben soleggiato con cielo azzurro, limpido e da poco nuvoloso a nuvoloso per nubi medio-alte in transito e qualche cumulo. La serata sarà poi limpida, stellata e con cielo da nuvoloso a poco nuvoloso per nubi medio-alte in transito, con una sfavillante Luna in fase crescente. Da segnalare nottetempo e al primo mattino la formazione di nebbie in banchi sulla medio-bassa pianura, in rapido dissolvimento. Brinate notturne e all'alba nelle aree rurali, valli fluviali, torbiere, brughiere e anche nei centri urbani. Faranno eccezione a questo quadro nella giornata di mercoledì le zone alpine confinali, interessate da addensamenti nuvolosi estesi e persistenti con associate nevicate di moderata intensità.

Giovedì 5 un nuovo indebolimento del campo barico favorirà maggiori passaggi nuvolosi e una veloce fase instabile nel pomeriggio. Di notte e al primo mattino il cielo sarà in parte stellato e da molto a parzialmente nuvoloso per nubi medio-alte in transito a tratti estese e per banchi irregolari di nubi basse. In mattinata e nel pomeriggio il cielo sarà da molto nuvoloso a coperto, con fugaci schiarite laddove le nubi saranno temporaneamente meno compatte. Tra il mezzogiorno e il tardo pomeriggio, su tutti i settori alla copertura nuvolosa saranno associate precipitazioni deboli o moderate intervallate da pause di varia durata, nevose sui rilievi alpini, prealpini e appenninici oltre i 500/800 metri di quota e localmente sino a fondovalle tra Valsesia, valli ossolane, del varesotto e ticinesi, con precipitazioni in esaurimento entro il tramonto, quando si apriranno schiarite a partire dai settori occidentali. La serata sarà in parte stellata, con cielo da molto nuvoloso a parzialmente nuvolosa per nubi medio-alte in transito e nubi basse irregolari con il disco lunare che giocherà a nascondervisi. Le zone alpine confinali saranno invece interessate per l'intero arco della giornata da addensamenti nuvolosi estesi e persistenti con associate nevicate di debole o moderata intensità.

Venerdì 6 di notte il cielo sarà in parte stellato e da nuvoloso a molto nuvoloso per nubi medio-alte in transito a tratti estese e per banchi irregolari di nubi basse in risalita dal mar ligure. In mattinata, nel pomeriggio e sino alla tarda serata solo fugaci schiarite laddove le nubi saranno temporaneamente meno compatte con cielo in prevalenza da molto nuvoloso a coperto. A partire dal tardo mattino/mezzogiorno e sopratutto nel pomeriggio e in serata, alla copertura nuvolosa saranno associate deboli o moderate precipitazioni ad intermittenza, nevose sui rilievi alpini, prealpini e appenninici oltre i 700/1000 metri di quota e anche a quote inferiori tra Valsesia, valli ossolane, del varesotto e ticinesi. Le zone alpine confinali saranno invece interessate per l'intero arco della giornata da addensamenti nuvolosi estesi e persistenti con associate nevicate di debole intensità.

Sabato 7 durante la notte cielo da coperto a molto nuvoloso con residue deboli pioviggini sparse in pianura e neve sui rilievi alpini, prealpini e appenninici oltre i 700/1000 metri e anche a quote inferiori tra Valsesia, valli ossolane, del varesotto e ticinesi, in esaurimento entro l'alba. Fra il primo mattino ed il tardo pomeriggio il tempo tornerà ad essere in parte soleggiato con cielo da molto a parzialmente nuvoloso con sprazzi di azzurro, per nubi medio-alte in transito a tratti estese e nubi basse irregolari. La serata sarà poi stellata, con cielo da nuvoloso a poco nuvoloso per nubi medio-alte in transito davanti alla Luna ormai piena. Faranno eccezione a questo quadro le zone alpine confinali, interessate da addensamenti nuvolosi estesi e persistenti con associate nevicate di moderata intensità.

Domenica 8 il tempo tornerà stabile e dunque nottetempo e al primo mattino il cielo sarà stellato e da nuvoloso a poco nuvoloso per nubi medio-alte in transito e per banchi irregolari di nubi basse. Fra il primo mattino ed il tardo pomeriggio il tempo sarà ben soleggiato con cielo da poco nuvoloso a nuvoloso con spazi di azzurro anche ampi, con nubi medio-alte in transito e banchi irregolari di nubi basse stratiformi. La serata sarà poi stellata, con cielo da nuvoloso a poco nuvoloso per nubi medio-alte in transito e nubi basse irregolari con una sfavillante Luna piena. Da segnalare nottetempo e al primo mattino, la formazione di nebbie in banchi sulla medio-bassa pianura, in rapido dissolvimento mattutino. Brinate notturne e all'alba nelle aree rurali, valli fluviali, torbiere, brughiere e anche nei centri urbani.

Le TEMPERATURE si manterranno su valori nel complesso attorno o poco sotto alla norma stagionale in condizioni del tempo simili a quelle descritte. Avremo infatti in pianura qui tra est Piemonte e ovest Lombardia minime fra 0 e 3 gradi lunedì, fra 2 e 5 martedì (in serata), fra - 1 e 2 mercoledì, fra 2 e 5 tra giovedì e sabato e fra 0 e 3 domenica. Le massime saranno in genere comprese fra 4 e 7 gradi lunedì, fra 11 e 14 martedì, fra 12 e 15 mercoledì, fra 9 e 12 giovedì, fra 8 e 11 venerdì, fra 12 e 15 sabato e fra 13 e 16 domenica.

Per quanto riguarda infine i VENTI, questi saranno deboli e in genere a regime di brezza, ovvero con componente notturna e al primo mattino in prevalenza settentrionale, mentre fra tardo mattino e tarda serata la ventilazione si disporrà in prevalenza tra i quadranti sudorientali e quelli sudoccidentali. Faranno eccezione lunedì e venerdì quando la ventilazione sarà orientale e martedì in cui sarà settentrionale per l'intera giornata.

Certo di aver fatto cosa gradita per aver condiviso questo aggiornamento sull'evoluzione del tempo che immagino per i prossimi giorni, ringrazio come sempre per l'attenzione e per la pazienza di esserci spinti sin qui nella lettura e auguro a ciascuno di noi una proficua settimana!

A cura di